Risparmiare con l’elettrico e l’ibrido

Gli incentivi disponibili per le auto elettriche possono rendere questi mezzi ancor più convenienti di quanto ci aspettiamo. 

Le vendite di auto elettriche stanno crescendo in tutta Europa e chi è interessato a unirsi al numero maggiore di automobilisti che passano all’elettrico, noterà con soddisfazione che ciò gli può permettere un sensibile risparmio.

Poter risparmiare carburante, considerati i consumi dei motori a benzina o diesel, costituisce una forte attrattiva. Esistono, inoltre, sconti e incentivi per l’acquisto di auto elettriche oltre che per l’installazione della colonnina di ricarica a casa. Tutto ciò si colloca nel contesto degli obiettivi energetico-climatici fissati nel 2018, che vedono l’Italia impegnarsi, entro il 2030, a una diminuzione del 40% dell’emissione di gas serra e ad un aumento del 32% della quota di fonti rinnovabili.

Auto elettriche a zero emissioni come la Honda e giocano un ruolo fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi previsti dalla UE. Queste auto sono in grado di apportare benefici all’ambiente quali, soprattutto, il miglioramento della qualità dell’aria. Esistono però anche benefici meno evidenti, come ad esempio la silenziosità del motore: questo non solo rende l’esperienza di guida più piacevole, ma riduce anche l’inquinamento acustico nei centri abitati.

Ecobonus

Con la Legge di Bilancio 2021, sono proposti diversi incentivi, denominati Ecobonus, per l’acquisto di auto, motocicli e ciclomotori elettrici o ibridi, per cui è previsto uno sconto sull’acquisto se effettuato entro il 31 Dicembre 2021.

Per l’acquisto di veicoli M1 (auto con meno di otto posti), che rientrano nella categoria a basse emissioni (da 0 a 20g/km di CO2), è destinato un massimo di 6.000€, se con rottamazione di un veicolo da euro 0 a euro 5 immatricolato prima del 2011, o 4.000€ senza rottamazione. A queste somme possono essere aggiunti contributi pari a 2.000€ in caso di rottamazione o 1.000€ senza rottamazione, in entrambi i casi sempre a condizione che il venditore conceda uno sconto analogo al contributo statale.

Superbonus 110%

Esistono incentivi anche per coloro che provvedono all’installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, che rientrano nelle misure previste dal cosiddetto Superbonus 110% incluso nel decreto Rilancio 2020. Questo, prevede diverse agevolazioni nel caso siano effettuati interventi atti ad aumentare l’efficienza energetica degli edifici, quali abitazioni unifamiliari o condomini. Questo tipo di bonus sarà riservato per lavori eseguiti in un periodo che va dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

Per quanto riguarda l’installazione di colonnine di ricarica di veicoli elettrici, nel caso in cui questo intervento sia sostenuto in concomitanza con misure di isolamento termico o di sostituzione di climatizzatori invernali per una spesa massima di 3.000€, allora si avrà diritto ad una detrazione pari al 110%.

Invece, secondo la Legge di Bilancio 2019, nel caso in cui l'installazione di infrastrutture di ricarica sia effettuata indipendentemente da interventi di miglioramento energetico degli edifici, si può ottenere una detrazione del 50% delle spese sostenute fino a un massimo di 1.500€ (pari dunque a 3.000€ di spesa).

Perché l’elettrico conviene

Oggi sono moltissime le automobili efficienti secondo gli ultimi requisiti (Euro) e quindi meno inquinanti. Tuttavia, nonostante tali miglioramenti, i veicoli elettrici possono lo stesso offrire significativi vantaggi in termini di risparmio, se confrontati con le auto a benzina.

Scopri tutti i fatti essenziali sulle auto elettriche

Prendiamo la Honda e, ad esempio. Questo modello utilizza la tecnologia piú avanzata per garantire la massima efficienza di guida e offrire elevati standard di comfort e sicurezza, senza dover rinunciare allo stile. Nel confronto tra elettrico e benzina, gli automobilisti prediligono la convenienza.

Secondo le ultime stime, nelle city car a benzina più efficienti, i consumi di carburante possono raggiungere un massimo di 27Km/l. Per chi percorre 10.000 Km all’anno spendendo in media 1,50€ al litro di benzina la spesa complessiva in carburante raggiunge i 555€ l’anno (Fonte: Ministero Dello Sviluppo Economico – dati aggiornati al 15/02/2021).

La nuova Honda e, invece, ha un’efficienza operativa EV pari a 17,2 kWh/100Km. Per chi percorre 10.000 km all’anno spendendo in media 0,06256€ per kWh, ricaricare una Honda e costerebbe 107.6€ nel corso di 12 mesi (Fonte: Facile.it – dati aggiornati a Febbraio 2021). Ciò significa che passando all’elettrico, le spese per l’energia/ricarica possono scendere notevolmente anche se confrontate con le più efficienti auto a combustione.

N.B.: Gli esempi e i dati riportati sopra hanno valore rappresentativo e potrebbero subire variazioni. Per maggiori informazioni contattare le Concessionarie Ufficiali Honda.

Visuale frontale di Honda e in ricarica

ZTL e strisce blu

L’acronimo ZTL sta per Zona a Traffico Limitato, ovvero aree in cui l’accesso è permesso esclusivamente a veicoli che rispettano determinate caratteristiche e che sono dotati di tagliando. Le ZTL si trovano in buona parte delle maggiori città italiane e sono state ideate per far fronte al problema inquinamento.

I proprietari di auto elettriche a Roma e Milano, così come in altre città d’Italia, hanno il gran vantaggio di poter accedere alle ZTL senza il bisogno di pagare alcun pedaggio o tagliando. Per quanto riguarda Roma, basterà fare richiesta inviando una e-mail con in allegato la carta di circolazione del veicolo. A Milano invece, l’accesso sarà libero senza bisogno di fare alcun tipo di richiesta.

Molto utile anche la possibilità di utilizzo di aree di sosta che sono generalmente soggette a restrizioni. A Roma, il proprietario di un’auto elettrica potrà posteggiare su strisce blu senza pagare, avendo previamente fatto richiesta allo stesso indirizzo e-mail utilizzato per la ZTL. A Milano, invece, lo stesso diritto, in aggiunta all’accesso alle strisce gialle, sarà riservato a coloro che si muniranno del pass di 10 euro.

Agevolazioni per i disabili

Degne di nota sono le agevolazioni rivolte ai disabili che intendono acquistare un’auto elettrica. Di recente, infatti, il Decreto Fiscale 2020 ha aggiornato la legge 104 in materia di agevolazioni fiscali per persone con disabilità, grazie alla quale sarà possibile acquistare un veicolo elettrico con un’agevolazione dell’IVA al 4% e l’esenzione permanente dal pagamento del bollo auto a patto che il motore elettrico non superi i 150 kW di potenza.

In aggiunta, il decreto prevede una detrazione pari al 19% su una spesa massima di 18.075,99€ per auto usate o nuove senza limiti di cilindrata e l’esenzione dell’imposta per il passaggio di proprietà.

Potete trovare maggiori dettagli presso il sito dell'Agenzia delle Entrate

Particolare di Honda e in ricarica

Scopri il motore elettrico

Considerati gli attuali incentivi, numerosi automobilisti stanno valutando di passare dai veicoli a combustione a quelli elettrici, percepiti come più sostenibili e meno inquinanti.

Se vuoi conoscere meglio i benefici ambientali che i veicoli elettrici come la Honda e sono in grado di offrire, unendosi all’incredibile esperienza di guida, clicca qui per fissare una prova su strada o qui per prendere appuntamento con la concessionaria più vicina a te.

Scopri i finanziamenti disponibili sulla Honda e